Criteri di ammissione

 

Il Candidato dovrà essere accettato dalla Commissione della Formazione.

La Commissione della Formazione è composta dal Consiglio Direttivo dell'ICLeS, il cui Presidente è Presidente dell'Istituto, e da tre membri Docenti dell'Istituto. La decisione della Commissione della Formazione avrà luogo sulla base di colloqui individuali che il Candidato avrà con due membri della Commissione stessa.

La Commissione deciderà tenendo conto dei seguenti elementi:

  • le motivazioni offerte dal Candidato;

  • le valutazioni ricavate dai colloqui sulle sue possibilità e attitudini in campo psicoterapeutico;

  • l'aver iniziato una psicoanalisi personale o essere sul punto di iniziarla.

L’analisi personale è elemento vincolante per l’iscrizione ai corsi. Il vincolo non riguarda l’orientamento né i docenti della scuola. Si richiede un’esperienza psicoanalitica come tale. Il tempo effettivo impiegato per il percorso di analisi personale è aggiuntivo alle 500 ore di attività formative previste dal regolamento dell'Istituto ed il costo varia in base agli accordi intercorsi tra il candidato e l'analista. Per i colloqui di ammissione, invece, non è richiesto alcun pagamento.

Sistema di valutazione intermedio e finale

Colloqui d'esame annuali

Al termine di ogni anno accademico l'Allievo dovrà sostenere due colloqui sulle materie di insegnamento dell'anno, ripartite in due gruppi (materie di base e materie caratterizzanti). La sua preparazione sarà valutata da una Commissione esaminatrice, formata da tre Docenti, nominati di volta in volta dalla Commissione della Formazione.  

Saggi scritti e Tesi

 

Gli Allievi del I, II e III anno sono tenuti a presentare alla fine di ogni anno accademico un Saggio scritto (minimo 10 pagine) che verterà su   tematiche cliniche e/o l'osservazione clinica di un caso o di una situazione clinica, la relativa diagnosi e lo studio teorico e clinico dell'impostazione del trattamento, con particolare riguardo ai problemi delle sedute preliminari e al tema della domanda di cura.

Gli Allievi del IV anno - per ottenere l'attestato finale - sono tenuti a presentare una Tesi scritta (minimo 50 pagine, 2500 battute per ogni pagina) concernente un caso clinico, l'analisi della domanda, la diagnosi strutturale, lo studio dell'impostazione terapeutica, l'indicazione teorica e clinica della direzione della cura, con particolare riguardo ai problemi che la clinica psicoanalitica pone circa l'interpretazione e il transfert.

Nota bene: Il tempo necessario per la stesura dei Saggi e della Tesi non può essere contato nel monte ore. 

 

Supervisione del Tirocinio

 

La Supervisione del tirocinio è affidata a un DocenteTutore dell’Istituto, a scelta dell’Allievo, ed il costo è incluso nella quota annuale di iscrizione all’Istituto.

 

Il DocenteTutore

 

Il DocenteTutore seguirà in modo metodico l’Allievo -nella sua esperienza di tirocinio e di formazione pratica- effettuando il lavoro di supervisione di tirocini e di casi clinici sia individualmente sia in gruppo, e lo indirizzerà nello studio e nella preparazione del Saggio clinico annuale e/o della Tesi finale.

Presentazione di un Caso clinico in Aula

Gli Allievi del III e IV anno dovranno presentare un Caso clinico con discussione in Aula in presenza di Allievi e Docenti interessati, e in presenza del DocenteTutore dell'Allievo.

 

 La valutazione dei Saggi scritti 

 

Il Saggio scritto di ogni Allievo sarà sottoposto alla valutazione di due Docenti con funzione di Lettori, diversi dal DocenteTutore, e nominati dalla Commissione della Formazione, che produrranno una valutazione scritta del Saggio.

Per il passaggio da un anno al seguente si richiede: 

  • la frequenza all'insegnamento secondo il programma stabilito (le assenze, motivate e giustificate, sono concesse nei limiti del 15%); 

  • la valutazione positiva in entrambi i colloqui d’esame in ciascuno dei due gruppi di materie di ciascun anno (insegnamenti di base e insegnamenti caratterizzanti); 

  • la valutazione positiva degli elaborati previsti per ciascun anno, consegnati in Segreteria entro la fine di settembre dell'anno in corso; 

  • La valutazione positiva del DocenteTutore.

In caso di parere negativo di un Docente, la decisione finale spetterà alla Commissione.

 

Alla fine del IV anno, l'Allievo, oltre ai colloqui d'esame relativi all’anno, dovrà:  

  • presentare la Tesi, che sarà valutata da due Docenti, designati dalla Commissione della Formazione, che presenteranno una breve relazione scritta; 

  • sostenere un colloquio con la Commissione stessa, che valuterà globalmente il livello di formazione conseguito sia a livello teorico sia a livello clinico tramite una relazione scritta; 

  • sostenere un colloquio individuale con due psicoanalisti della Scuola di Lacan circa la propria psicoanalisi personale e i suoi effetti di formazione. (L'Allievo potrà optare, al posto di questa ultima condizione, per la procedura della passe secondo le regole in uso nella Scuola psicoanalitica di riferimento. L'Istituto la propone ma ovviamente non la impone, secondo l'indicazione di Lacan a tale proposito).

 

Sospensione della frequenza o ritiro della propria iscrizione

 

L’Allievo che avesse necessità di sospendere temporaneamente per giustificati motivi la frequenza ai corsi o che decidesse di ritirare la propria iscrizione all’Istituto deve darne comunicazione scritta alla Segreteria, successivamente ad un eventuale colloquio con il Responsabile di Sede.

 

Diploma

 

L'Allievo potrà ottenere l'attestato finale se avrà ottenuto l’approvazione finale della Commissione della Formazione, conseguita l’approvazione in tutti i gradi precedenti. 

In caso di parere negativo, anche di un solo Docente, la decisione finale per il rilascio dell'attestato spetterà alla Commissione della Formazione. 

Nota: In caso di passe l'Istituto si conforma alla procedura in uso nella Scuola di Lacan.

L'attestato finale rilasciato dall'ICLeS è un diploma di psicoterapia "ad indirizzo psicoanalitico lacaniano". 

 

Numero di allievi

 

L’ICLeS -secondo l'indicazione del Ministero- può accogliere 20 allievi per anno di corso, per ciascuna delle Sedi di attivazione dei suoi corsi, a tutt'oggi, Milano, Venezia-Mestre, Macerata e Napoli.